La differenza tra il metodo ricostruzione gel i il metodo acrilico

8 ottobre 2011   //   di Nicoletta Fasoli   //   Articoli  //  1 Commento

Unghia, Nails, Metodo Gel, Metodo AcrilicoIn questi ultimi anni la ricostruzione delle unghie si è diffusa sempre di più nell’universo femminile, questo successo si deve al fatto che le donne di oggi amano curarsi e sentirsi in ordine  e non c’è nulla di più appropriato a questo scopo di usufruire di questo servizio.

Si sente parlare spesso di gel e acrilico per le unghie e si sentono spesso pareri diversi, da chi ama il gel e parla male dell’acrilico e chi ama l’acrilico e parla male del gel.

Io personalmente non perdo il mio tempo a sparlare di un metodo o dell’altro, prediligo l’acrilico ma non rifiuto il gel, infatti, nei nostri negozi si trovano a disposizione entrambi i metodi proprio perché noi siamo onicotecniche, ossia tecnici delle unghie, quindi capaci di soddisfare a 360 gradi le esigenze dei clienti.

Tutto il resto è un’opinione puramente personale e ritengo che parlare male di un metodo solo perché non si è in grado di proporli entrambi sia anche di cattivo gusto e di mancata professionalità.

Di là dalle chiacchiere andiamo ora a vedere la differenza reale fra acrilico e gel.

Sostanzialmente la famiglia chimica di base è uguale, sia il gel sia l’acrilico fanno parte degli acrilati, infatti, nell’acrilico parliamo di polimeri e monomeri acrilici mentre nel gel parliamo di oligomeri acrilici.

In parole povere una ventina di anni fa, forse più, sul mercato della ricostruzione unghie vigeva il metodo della resina, cioè polimeri e monomeri acrilici ma senza l’aggiunta del biossido di silice (minerale) che invece fa parte dell’acrilico di ultima generazione. Il problema della resina era che come metodo si dovevano dosare insieme liquido e polvere e questo comportava un periodo abbastanza lungo per imparare a lavorare il prodotto,inoltre la resina di quei tempi non dava un aspetto naturale alle unghie. I chimici dovettero trovare una soluzione, riuscendo a trasformare i polimeri e monomeri acrilici in un’unica sostanza allo scopo di ridurre i tempi dell’apprendimento tecnico da parte delle operatrici e dare un aspetto più naturale alle unghie.

Nacquero così gli oligomeri acrilici, ossia una composizione unica del prodotto non più polvere e liquido ma gel, accompagnato dalla nascita di lampade a base di raggi U.V.A per velocizzare l’asciugatura, poiché questa trasformazione impediva al prodotto di asciugarsi con la temperatura ambientale.

Il metodo gel per tutti gli anni 90 l’ha fatta da padrone assoluto sul territorio europeo ed è stato il successo di tante aziende del settore che grazie a questo metodo veloce da imparare, hanno visto crescere in maniera esorbitante il business vero e proprio.

A fine anni 90 gli americani hanno proposto il metodo acrilico di nuova generazione, ossia un prodotto completo con biossido di silice che dona alle unghie in acrilico un aspetto naturale, oltre a una forte resistenza perché la molecola dell’acrilico ha un peso specifico superiore al gel. L’unico grande difetto a tutt’oggi è”la difficoltà di imparare a usarlo bene”, per assimilare l’arte di fare unghie in acrilico sculturale ci vuole mediamente un anno di tempo, ed ecco il motivo per cui l’acrilico ha una propria difficoltà a diffondersi.

Non esiste un metodo dannoso, solo prodotti di dubbia provenienza che sono dannosi, esistono le operatrici di settore dannose, e esiste troppa ignoranza a livello chimico.

I prodotti che si usano per fare questo tipo di servizio devono avere le certificazioni rilasciate dagli enti preposti, nel nostro caso da F.D.A. (Food and Drug Admnistration, Sanità americana), seguono le normative Europee e Sanità Italiana.

Questo spiega perché noi rilasciamo a tutte le nostre nuove clienti che si approcciano per la prima volta ad usufruire di questo servizio il tesserino di certificazione sanitaria.


1 commento

  • salve ma voi vendete solo prodotti per le unghie o avete un centro dove effettuate ricostruzioni delle unghie etc?vi spiego…io vorrei usare l’acrilico sulle mie unghie perchè
    non occorrono per l’asciugatura le lampade a base di raggi U.V.A che cmq sono dannose!ma non sono estetista … quindi non saprei da dove iniziare…ho letto che i vostri prodotti sono certificati e visto che si può avere la scheda tecnica di tutti i vostri prodotti vorrei provarli…

Lascia un commento